Chianalea, un villaggio di pescatori in cui vivere la Calabria più autentica

Il più antico borgo di Scilla è un angolo di Calabria incontaminato, soprannominato "piccola Venezia" Condividi su Facebook + È il più antico borgo di Scilla, Chianalea. Ed è soprannominato, quest’angolo di Calabria, la Venezia del Sud. Le case di Chianalea sono costruite direttamente sugli scogli, e sono separate da viuzze strette che scendono fino al Mar Tirreno e che – viste dall’alto – sembrano un po’ i canali veneziani. Un’atmosfera magica, che le è valsa l’ingresso tra i Borghi più Belli d’Italia. PUBBLICITÀ inRead invented by Teads Chianalea, un villaggio di pescatori in cui vivere la Calabria più autentica Se Scilla è una rinomata località turistica della provincia di Reggio Calabria, Chianalea è il suo cuore più autentico. Anzi, è il cuore autentico dell’intera regione. È un piccolo villaggio di pescatori, che ancora vive dell’antica attività della pesca e che il turismo non ha intaccato. Passeggiando per i suoi vicoletti, non è difficile incontrare i pescatori che costruiscono le loro reti da pesca, che riparano le barche o che si apprestano a partire per il mare. Sembrano sfidare la forza del mare, le case di Chianalea. E sono proprio le onde, a fare da sottofondo musicale al borgo. E le barche, che sono poi le vere case. Ecco dunque che è proprio da queste, che deve iniziare una visita al villaggio: da Scaro Alaggio, laddove vengono ancorate al riparo dalle onde. Qui, Palazzo Scategna ha un doppio ordine di balconi in pietra squadrata disposti su tre piani mentre – lì vicino – Villa Zagari è un bell’edificio in stile eclettico.